skip to Main Content
Un 2018 Positivo Per Il Tessile-abbigliamento

Un 2018 positivo per il tessile-abbigliamento

Nel primo trimestre del 2018 il fatturato, delle aziende della filiera tessile abbigliamento è cresciuto in media del +3,3% rispetto al medesimo periodo del 2017.

Più in dettaglio, nel primo trimestre 2018 le imprese tessili hanno superato il +7%, mentre quelle dell’abbigliamento-moda hanno registrato un +0,6%. Anche nel secondo trimestre si profila una tendenza positiva con un +3,5%. Da un lato, il “monte” segna una crescita del +3,2%, mentre le aziende operanti a “valle” fanno registrare un aumento pari al +3,6%. I dati provengono dall’indagine congiunturale del Centro studi di Confindustria Moda per Sistema Moda Italia ed è stata condotta su un campione di aziende appartenenti a tutta la filiera tessile-abbigliamento

Il discorso non cambia con le stime delle aziende per il periodo luglio-settembre 2018: il fatturato del campione dovrebbe attestarsi mediamente sul +3,9%, sintesi di un +5,8% del “monte” e di un +2,8% del “valle”.

La crescita del settore tessile-moda italiana nel 2018 è ancora una volta trainata dalle esportazioni. Sulla base dei dati Istat disponibili, nei primi sette mesi del 2018 ha registrato una variazione del +2,6%, superando i 18,4 miliardi di euro. L’incremento del tessile è pari al +1,9%, mentre l’abbigliamento guadagna il +3%.

Da gennaio a luglio 2018 il saldo commerciale dell’industria tessile-moda italiana supera così i 5,7 miliardi di euro, con un incremento di 165 milioni rispetto al gennaio-luglio 2017.

Biella, 21 novembre 2018

 

Back To Top