skip to Main Content
Strategie Per Promuovere L’eccellenza Italiana

Strategie per promuovere l’eccellenza italiana

L’Italia deve darsi una “strategia olistica del made in Italy”: lo ha sostenuto Andrea Illy presentando il libro “Strategie per l’Italia d’eccellenza” curato da Altagamma. La strategia deve fondarsi su politiche industriali e fiscali focalizzate sull’industria ad alto valore aggiunto, ma soprattutto su nuove politiche dell’istruzione, che promuovano anche la formazione tecnica.

Durante la presentazione del volume curato da Altagamma, Giovanni Brugnoli vicepresidente di Confindustria per il capitale umano ha ricordato come nei prossimi cinque anni le aziende di cinque settori fondamentali per l’industria italiana (tessile, meccanico, alimentare, chimico, Ict) avranno bisogno di oltre 280 mila nuovi addetti. Da sole le imprese dell’alto di gamma ne richiederanno circa 100 mila e dunque anche Altagamma, così come Confindustria stessa, punta al rafforzamento del sistema Its, gli istituti tecnici superiori, anche con l’inserimento di corsi studiati appositamente per le aziende che appartengono all’alto di gamma.

Biella, 6 giugno 2018

Back To Top