skip to Main Content
Smi Propone Un “viaggio Verso La Sostenibilità Della Filiera”

Smi propone un “viaggio verso la sostenibilità della filiera”

Un “viaggio verso la sostenibilità della filiera”: lo ha organizzato Sistema Moda Italia con l’obiettivo dichiarato di condividere con le aziende un metodo efficace, che valuta la sostenibilità della filiera calcolando l’impatto che essa produce.

«Dobbiamo rendere pubblici, con chiarezza, i dati della nostra filiera produttiva, per dimostrare che siamo già in grado di offrire un prodotto sostenibile – ha affermato Marino Vago, presidente di Sistema moda Italia – Chiediamo, però, che le regole siano uguali per tutti, che la sostenibilità sia fatta di numeri, di dati misurabili e confrontabili, e non solo di enunciazioni. E chiediamo che le informazioni rilevate siano messe a disposizione del consumatore con trasparenza. Senza tracciabilità, infatti, è impossibile parlare di sostenibilità».

Ma con quali strumenti realizzare questo approccio alla sostenibilità? Sistema Moda Italia indica le metodologie Pef e Oef (Product e Organisation Environmental Footprint), raccomandate anche dall’Unione europea (2013/179/EU), che possono essere adottate dalle imprese su base volontaria. Tramite l’analisi di sedici indicatori ambientali, Pef e Oef offrono una fotografia aggiornata dell’impatto che i processi e i prodotti dell’azienda hanno sull’ambiente lungo tutto il loro ciclo di vita, dalle materie prime al fine vita. È il punto di partenza dal quale le aziende possono intraprendere la propria strategia di miglioramento. Analizzare l’intero ciclo di vita di un prodotto o di un processo ha infatti un ulteriore vantaggio: consente di identificare le aree di miglioramento che possono aumentare la competitività di un’organizzazione e ridurne i costi.

 

Biella, 23 ottobre 2019

Back To Top