skip to Main Content
Ongetta, Seta Dalla Parte Della Natura

Ongetta, seta dalla parte della natura

Un bene si può definire prezioso quanto più è raro. Oggi la produzione di seta rappresenta lo 0,2% dell’utilizzo di fibre tessili mondiale. Del resto, già nell’antica Roma si scambiava la seta a peso d’oro. Il fascino e l’eleganza di questa fibra è frutto del connubio tra l’uomo e la natura da 5mila anni, durante i quali si sono affinate le tecniche di lavorazione e di selezione delle razze. Oggi il mercato è in grado di proporre un’offerta che spazia dalla più regolare e ricercata seta Mulberry alla seta Tussah, o seta selvatica, ottenuta da bozzoli lasciati in natura da decine di specie di lepidotteri. Il risultato dell’evoluzione è un prodotto unico, imitato da sempre e custodito come un tesoro, in modo da realizzare i tessuti più preziosi. Ongetta è una delle aziende leader nel mondo in questo campo. È in grado di garantire completamente la tracciabilità dei suoi prodotti, dalla distribuzione delle uova del baco da seta sino al filo.

Ongetta investe costantemente in ricerca, sviluppo e innovazione, mantenendo standard di elevata qualità, seguendo un percorso ecosostenibile, con una filiera garantita e controllata.
Coerentemente con la propria filosofia e assecondando le esigenze del mercato, Ongetta ha sottoscritto l’impegno Detox di Greenpeace ed è certificata per la produzione di filati biologici Gots. Lo sviluppo sostenibile passa anche attraverso l’utilizzo consapevole delle risorse del pianeta e Ongetta vuole essere sempre dalla parte della natura.

Biella, 6 Febbraio 2019

Back To Top