skip to Main Content
Contraffazione In Aumento

Contraffazione in aumento

In Italia, nel 2019, quasi un consumatore su tre (30,5%) ha acquistato un prodotto contraffatto o usufruito di un servizio illegale (+3,7% rispetto al 2016 e +4,9% in confronto al 2013). I dati emergono dall’indagine Confcommercio su illegalità, contraffazione e abusivismo, presentati nell’ambito della Giornata “Legalità ci piace“.

In particolare, l’acquisto illegale di abbigliamento aumenta del 9,4% sul 2016. Per questo tipo di acquisti cresce l’utilizzo del web: per i capi di abbigliamento si registra un +9. Per la maggior parte dei consumatori l’acquisto di prodotti o servizi illegali è sostanzialmente legato a motivi di natura economica (82%) ed è ritenuto “normale” (73%), una tendenza diffusa in prevalenza tra i giovani tra i 18 e i 24 anni. Oltre il 90% dei consumatori, comunque, è consapevole dei rischi dell’acquisto illegale e degli effetti negativi del fenomeno.

Secondo il presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, “contraffazione e abusivismo sono due piaghe che indeboliscono tutta la filiera del made in Italy e la salute del sistema paese, sovvenzionando le catene della criminalità organizzata“. Mentre il ministro dell’Interno, Luciana Lamorgese, che è intervenuta alla presentazione della ricerca, ha sottolineato “la necessità di mettere in atto politiche moderne di contrasto al fenomeno, con una collaborazione più stretta tra pubblico e privato che passa attraverso il coinvolgimento dei territori“.

 

Biella, 4 dicembre 2019

 

Back To Top