skip to Main Content
Acimit Mette In Primo Piano Innovazione E Formazione

Acimit mette in primo piano innovazione e formazione

L’innovazione è stata ancora una volta al centro dell’assemblea di Acimit, l’associazione che rappresenta i costruttori italiani di macchine tessili. Nel presentare i risultati del settore per il 2017, il presidente Alessandro Zucchi ha ribadito l’ineluttabilità del processo di digitalizzazione che riguarda l’intera filiera tessile.

Secondo il presidente di Acimit, tuttavia, la digitalizzazione dei processi produttivi ha bisogno di nuove competenze e di percorsi formativi adeguati. “L’applicazione di Industria 4.0 in aziende di piccole dimensioni come le nostre – ha affermato nel corso dell’assemblea – è tutt’altro che facile. Richiede nuove competenze e crea la domanda per nuove professionalità, difficilmente individuabili negli attuali percorsi di formazione. È necessario che il nuovo Governo dia la priorità agli investimenti in capitale umano, potenziando ad esempio gli istituti tecnici superiori”.

Quanto ai dati, nel 2017 la produzione di machine tessili è cresciuta dell’8%, per un valore di 2,4 miliardi di euro. Le esportazioni sono aumentate del 7% (2 miliardi di euro). L’attività produttiva ha beneficiato della crescente domanda estera di macchinario italiano e della decisa ripresa del mercato italiano, dovuta prevalentemente alla spinta generata del piano nazionale Industria 4.0.

Biella, 20 giugno 2018

Back To Top