skip to Main Content
A New York Va In Mostra La Rivincita Del Rosa

A New York va in mostra la rivincita del rosa

Se si pensa al rosa, generalmente lo si associa alle bambine, alle ballerine e alle Barbie. Invece il simbolismo e il significato di questo colore sono profondamente cambiati nel corso del tempo. Lo spiega la mostra Pink: The History of a Punk, Pretty, Powerful Color (Rosa: la storia di un colore punk, carino, potente), aperta fino al 5 gennaio 2019 al Fashion Institute di New York.

Rosa per le femmine, azzurro per i maschi: sembra un’etichetta scritta da secoli, mentre invece ha preso piede solo dalla metà del ventesimo secolo. Quando Madame Pompadour fece del rosa il colore di moda alla corte di Francia, ad apprezzarlo erano soprattutto gli uomini. In India, gli uomini non hanno mai smesso di indossarlo.

Eppure, il rosa continua a essere considerato un colore divisivo, che provoca sentimenti di ripulsa e attrazione allo stesso tempo. Il femminismo lo rifugge in quanto luogo comune, molti lo considerano un colore dolce e romantico, altri lo associano a persone infantilmente frivole o di eclatante volgarità. Oggi però è diventato un colore “cool”, androgino e persino dalla valenza politica esplicita. Lo ha amato la cultura punk degli anni Settanta, mentre ora il rapper Kanye West si chiede “perché qualcuno dovrebbe preferire l’azzurro al rosa: il rosa è ovviamente un colore più bello”. Certo, è un colore che non passa inosservato.

Biella, 24 ottobre 2018

 

Back To Top