skip to Main Content

52a edizione di Filo: a Parigi una presentazione di successo

52a edizione di Filo: a Parigi una presentazione di successo

La prima tappa del road-show di presentazione della 52a edizione di Filo, che si è tenuta a Parigi il 4 giugno 2019 presso l’Hotel Castille, è stata un successo.

All’appuntamento, organizzato in stretta collaborazione con Ice-– Agence italienne pour le commerce extérieur, hanno partecipato numerosi operatori internazionali, che hanno mostrato un convinto interesse verso Filo e le sue iniziative.

La presentazione è stata introdotta da Giovanni Sacchi, direttore dell’Ufficio Ice di Parigi. Nel suo intervento, Sacchi ha in primo luogo ricordato come Filo sia “l’unica rassegna internazionale dedicata all’eccellenza dei filati; una piattaforma di affari con un’ampia varietà di collezioni di altissima qualità, frutto di ricerca e continua innovazione, prodotte nel rispetto dell’ambiente e dei valori etici fondamentali”. Il direttore dell’Ufficio Ice di Parigi si è poi soffermato sul mercato francese: la “Francia è oggi, tra i paesi europei, uno dei principali clienti della filatura italiana, la terza per i pettinati – con acquisti vicini ai 20 milioni di euro nel 2018 – dopo Repubblica Ceca e Regno Unito. Ci auguriamo dunque che l’incontro odierno contribuisca a far conoscere sempre più al pubblico francese le ragioni del successo internazionale della filatura italiana e del suo salone di riferimento Filo”.

Paolo Monfermoso, responsabile Filo, ha illustrato le ragioni che hanno portato a scegliere la Francia come tappa estera del road-show di presentazione di Filo: “La nostra presenza a Parigi testimonia la volontà di proseguire nel cammino di internazionalizzazione intrapreso da Filo. La Francia è un naturale mercato di sbocco per prodotti di altissima qualità quali sono quelli proposti dai nostri espositori”. Ma a partire dalla 52a edizione Filo si arricchisce di un ulteriore elemento di interesse: il progetto FiloFlow. Come ha spiegato Monfermoso: “FiloFlow è un progetto di tracciatura della filiera, che vuole mettere in evidenza e valorizzare i processi di produzione e i prodotti sostenibili realizzati dalle nostre aziende espositrici. Riteniamo infatti che la sostenibilità ambientale e sociale sia una scelta obbligata per le aziende del tessile-abbigliamento – soprattutto quelle di fascia alta – che vogliono restare competitive a livello internazionale. Nella nostra concezione, la sostenibilità non può che essere realizzata in un’ottica di filiera, perché solo così si può garantire la completa tracciabilità dei prodotti. I nostri espositori hanno risposto con interesse al progetto FiloFlow, e siamo certi che anche i buyer internazionali lo troveranno uno strumento cruciale per individuare i prodotti che meglio rispondono alle loro esigenze”.

Se Paolo Monfermoso ha illustrato la mission e gli obiettivi generali di Filo, Nicoletta Bonino di Filo, si è soffermata sui dettagli tecnici per la partecipazione a Filo e sulle iniziative in vista della 52a edizione. Mentre Gianni Bologna, responsabile creatività e stile di Filo, ha illustrato le proposte sviluppo prodotto elaborate per la 52a edizione di Filo, ispirate alle “Metamorfosi”.

La 52a edizione di Filo è in programma al Palazzo delle Stelline di Milano il 25 e 26 settembre 2019.

Scarica file

Back To Top