Acimit

Macchine tessili in crescita

La produzione italiana di macchine tessili è aumentata nel 2016 del 5% rispetto al 2015, raggiungendo così un valore di 2,7 miliardi di euro. Le esportazioni sono cresciute del 4%, attestandosi a 2,3 miliardi di euro. I dati sono stati presentati all’assemblea annuale di Acimit.

L’andamento positivo dell’industria meccano-tessile già osservato nel 2015 si rafforza, dunque, ed è conseguenza di una sostanziale tenuta dei mercati esteri e della crescita del mercato italiano (le consegne interne dei costruttori italiani sono, infatti, aumentate del 14%). A giocare un ruolo fondamentale nella ripartenza della domanda interna sono stati indubbiamente gli incentivi attivati dal governo: nuova Sabatini, super- e iper-ammortamento.

“Le misure legate a Industria 4.0 sono per il nostro settore una grande occasione di innovazione” – ha affermato la presidente dell’Associazione, Raffaella Carabelli – “I costruttori italiani devono sfruttare l’evoluzione delle tecnologie digitali per aumentare ulteriormente l’efficienza produttiva e la competitività a livello internazionale”.

All’assemblea è arrivato il videomessaggio del presidente di Confindustria Vincenzo Boccia, che ha ricordato l’importanza che il settore manifatturiero italiano riveste per l’intero paese.

L’assemblea Acimit è stata anche l’occasione per il rinnovo degli organismi direttivi: Raffaella Carabelli ha infatti terminato il suo mandato alla presidenza, le succede Alessandro Zucchi.

Biella, 5 luglio 2017