Laripresaconfermata

La ripresa si conferma

Il Pil dell’Italia è aumentato dello 0,5% nel terzo trimestre 2017. È una buona notizia, anche perché su base annua la crescita tendenziale del trimestre è dell’1,8%, la più alta da oltre sei anni, esattamente dal secondo trimestre del 2011 quando aveva toccato +2,6%.

I dati rilasciati dall’Istat sono corretti per gli effetti di calendario e destagionalizzati. Secondo l’Istituto di statistica La variazione congiunturale è la sintesi di una diminuzione del valore aggiunto dell’agricoltura e di un aumento nei settori dell’industria e dei servizi. Dal lato della domanda, gli italiani consumano di più e tornano a spendere, mentre cresce anche quella estera (esportazioni al netto delle importazioni). I numeri sono tanto più significati se si guarda agli altri paesi: nel terzo trimestre 2017, gli Stati Uniti sono cresciuti dello 0,7%, la Francia dello 0,5% e la Gran Bretagna dello 0,4%. Il Pil della zona Ue a 28, invece, è salito dello 0,6%, con una crescita su base annua del 2,5%.
Le esportazioni si confermano un fattore cruciale della ripresa italiana, con il sistema moda a fare da capofila: nei primi cinque mesi del 2017 l’export del settore è aumentato del 4,5%, per un valore complessivo di 47 miliardi di euro.