Biennale

La Biennale di Venezia si interroga sul Pianeta Terra

Non è solo Filo – e tutto il tessile – a voler dare in questo 2017 un riconoscimento al ruolo imprescindibile del corpo celeste che ci ospita. Anche la 57a edizione della Biennale d’arte di Venezia (13 maggio – 26 novembre 2017) – ispirata all’umanesimo sotto il titolo generale “Viva Arte Viva” – dedica un padiglione proprio al Pianeta Terra.

Il Padiglione della Terra della Biennale d’arte riunisce utopie, visioni e sogni degli artisti intorno all’ambiente, al pianeta e al mondo animale. Come ha spiegato la curatrice della 57a edizione, Christine Macel: “L’arte è il luogo per eccellenza della riflessione, dell’espressione individuale e della libertà, così come degli interrogativi fondamentali. E più che mai, la voce e la responsabilità dell’artista appaiono cruciali nell’insieme dei dibattiti contemporanei”. Certamente contemporaneo è il dibattito sul rispetto del Pianeta Terra. Così, le opere di molti artisti si interrogano su questioni relative alla conversione energetica e alla trasformazione industriale, allo sfruttamento delle risorse terrestri, considerate in una prospettiva storica. E dove si coniugano nostalgia e sentimento di un futuro incerto.

Biella, 17 Maggio 2017