4 Filo49 Exhibition9

La 49a edizione di Filo nelle parole degli espositori

Al termine della 49a edizione di Filo abbiamo raccolto i commenti a caldo di alcuni espositori. Tutti confermano la soddisfazione per il lavoro svolto nei due giorni di fiera.

Roberto Rimoldi di Filatura Luisa: “siamo soddisfatti dell’andamento dei due giorni di fiera, con una presenza di clienti in linea con le precedenti edizioni corrispondenti. In questa edizione abbiamo avuto la visita di clienti soprattutto italiani. Tra i prodotti sono stati particolarmente apprezzate le alpache e il nostro “reale” servizio di stock”.

Gian Maurizio Caucino di Zegna Baruffa Lane Borgosesia “il nostro giudizio sui due giorni di Filo è come sempre positivo. Abbiamo visto un afflusso maggiore di visitatori, italiani ed europei. In sintesi, possiamo dire che registriamo un accresciuto interesse per i prodotti made in Italy. Cresce la ricerca di filati fantasia e di filati che permettano di creare movimenti profondi sulla superficie dei tessuti”.

Vincenzo Caneparo di Davifil: “il giudizio sui due giorni di Filo è positivo. Abbiamo avuto un numero di visitatori al livello delle ultime, ottime, edizioni, con diversi nuovi nomi, e di qualità sempre molto alta”.

Gianni Fantini di Tollegno 1900 afferma: “Siamo soddisfatti dell’andamento di questa edizione di Filo. Abbiamo ricevuto un buon numero di visite interessanti. D’altra parte, abbiamo proposto prodotti specifici per il settore che hanno ottenuto un buon riscontro tra i visitatori. I clienti che ci hanno visitato provenivano sia dall’Italia che dall’Europa, quasi un 50 per cento per ciascuno”.

Giudizio positivo anche da Francesco Della Porta di Pozzi Electa: “Siamo soddisfatti per i risultati ottenuti in questa edizione di Filo: abbiamo registrato una buona partecipazione dei buyer, qualificati e concreti. Abbiamo avuto la possibilità di dedicare tempo ai nostri clienti, per ragionare sulle soluzioni migliori che possiamo offrire loro. Alla 49a edizione di Filo abbiamo portato una collezione articolata su due temi fondamentali: eco-basic ed eco-chic. Si segnalano per la significativa presenza di Tencel e di filati riciclati e sono state apprezzate dai clienti”.

Stefano Aglietta di Italfil “Questa edizione di Filo conferma il trend positivo già registrato a settembre 2017. Notiamo una ripresa della richiesta di prodotti di alta qualità: i filati di lana con caratteristiche di alta qualità sono molto ricercati dai clienti italiani e stranieri. Nelle ultime stagioni, la nostra azienda ha creato nuovi prodotti, in particolare una linea di filati tecnici di alta qualità, che sta ottenendo un particolare successo con i clienti stranieri”.

Giovanni Marchi di Marchi e Fildi: “Il bilancio di questa edizione è positivo. Abbiamo visto molti clienti, consolidati e nuovi. Nel mercato c’è interesse per i filati che si rivolgono a una fascia più alta di mercato. E inizia a registrarsi un reale interesse dei clienti per la gamma di prodotti Ecotec: è un segnale che la sostenibilità è diventata un vero fattore competitivo per le aziende a valle”.

Alberto Enoch di Servizi e Seta: “Anche in questa edizione Filo si conferma una ottima fiera business-to-business. Abbiamo avuto una buona affluenza di clienti di alto livello, con una importante presenza di buyer stranieri, in particolare provenienti dalla Gran Bretagna, che hanno mostrato un interesse reale per i nostri prodotti”.

Per Tintoria Finissaggio 2000 Marco Bardelle: “Filo è una fiera che offre grandi opportunità, è una fiera molto interessante. Anche in questa edizione abbiamo ricevuto la visita di molti clienti, con i quali abbiamo avuto anche interessanti confronti tecnici”.

Laura Boldi di Boldi Filati giudica “molto positiva la nostra prima partecipazione a Filo. Abbiamo ricevuto la visita di clienti, soprattutto italiani, molto interessanti. Abbiamo campionato molti filati fantasia. Successo ha ottenuto anche la nostra proposta di filati sostenibili Eco-friendly: i filati naturali, riciclati o ecologici rappresentano un tema ormai sentito a livello globale”.

Giovanni Basso di Tintoria di Pollone si dichiara molto soddisfatto “per una prima volta a Filo che ci ha dato molte soddisfazioni. Un successo che dà merito a chi ha lavorato sui prodotti e a chi li ha fatti conoscere qui in fiera. Di particolare soddisfazione il fatto che siano arrivati molti clienti stranieri: insomma a Filo si è acceso un faro sul nostro lavoro che speriamo continui a brillare nel futuro”.