Confindustria

Confindustria vede la ripresa

Confindustria rivede a rialzo le stime sul Pil per il 2017, indicando una crescita dell’1,3%, contro il precedente +0,8%. Secondo le nuove previsioni del Centro studi di Confindustria, andrà meglio anche il Pil del 2018, stimato in aumento dell’1,1% (dal +1,0%). La correzione rispetto ai dati di dicembre è in buona parte dovuta all’innalzamento delle statistiche dell’Istat.

Per il Centro studi Confindustria la crescita superiore alle attese è stata trainata da “export e investimenti”. Sul fronte del lavoro, dopo il +1,3% nel 2016, il Csc stima che il numero delle persone occupate crescerà a ritmo più smorzato sia nel 2017 sia nel 2018 (+0,8% in entrambi gli anni). Alla fine del biennio previsto gli occupati torneranno sopra il livello pre-crisi (+100mila rispetto al picco della primavera 2008, +0,5%). Per quanto riguarda la spesa delle famiglie, cresciuta nel 2016 dell’1,3%, il Centro studi Confindustria prevede incrementi dell’1,2% nel 2017 e dell’1,1% nel 2018. I consumi delle famiglie hanno ricominciato ad aumentare dal secondo semestre del 2013, dopo otto trimestri consecutivi di calo (-6,7% cumulato). Fino al primo semestre 2017 hanno registrato una variazione del 4,2%, ritornando sui livelli di fine 2011.

Biella, 5 luglio 2017