Intrecci900

Cento opere tessili per capire il Novecento

Intrecci del Novecento – Arazzi e tappeti di artisti e manifatture italiane: si intitola così la mostra aperta dal 12 settembre all’8 ottobre 2017 alla Triennale di Milano che propone cento opere tessili, fra arazzi e tappeti, realizzati dalle principali manifatture italiane in collaborazione con i grandi artisti del secolo. L’obiettivo è a far rivivere visivamente il fermento creativo che ha pervaso l’arte tessile italiana nel corso del Novecento.

Se il punto di partenza della mostra è il Futurismo che ha ridato importanza alla valenza artistica del tessile, si prosegue poi con i movimenti culturali del secondo dopoguerra che hanno risvegliato negli artisti l’interesse verso questa forma d’arte. Ci saranno perciò opere tessili realizzate dai futuristi italiani – dagli arazzi di Fortunato Depero ai tappeti di Giacomo Balla – insieme alle più importanti creazioni tessili presenti alle Biennali di Monza e alle Triennali di Milano e alcuni degli arazzi realizzati dalla Scuola di arazzeria di Esino Lario, oltre a quelli tessuti per i grandi transatlantici italiani. Si prosegue poi con gli arazzi dell’arazzeria di Ugo Scassa, realizzati su disegni, fra gli altri, di Renato Guttuso, Emilio Tadini, Mario Sironie Renzo Piano. Si aggiungono poi gli arazzi e tappeti creati da Elio Palmisano da disegni di Ugo Nespolo, Mario Radice, Mauro Reggiani, Ettore Sottsass, Gillo Dorfles, George Sowden, Luigi Veronesi, per citare alcuni fra i più conosciuti.

Biella, 6 Settembre 2017